Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

domenica 24 giugno 2018

Frette rinnova la storica boutique di Via Manzoni a Milano

Frette_Negozio via Manzoni (1)

Frette, il noto marchio italiano di biancheria di lusso per la casa, rinnova la boutique di via Manzoni, riscoprendo così le radici storiche dell’azienda con una visione saldamente orientata al futuro.
Il flagship store si sviluppa su 250 metri quadrati complessivi. Molti gli elementi che sono stati riportati allo stato originale in un progetto volto a riscoprire le strutture dell’edificio. La facciata esterna in marmo, volutamente lasciata inalterata rispetto al passato, riporta le vetrine a filo strada come nel progetto originale del 1870.

Frette_Negozio via Manzoni (2)

Per gli interni la predominanza è quella dei toni naturali: gli arredi sono realizzati in legno Afara con venature marcate e finitura lucida; un’importante colonna interna e altri elementi decorativi sono invece realizzati in marmo emperador brown. I mobili sono in legno laccato lucido con dettagli in alcantara e ottone spazzolato. Il beige ha una netta predominanza con dettagli che vanno dal castagna ai marroni più scuri.

Frette_Negozio via Manzoni (3)

Per il pavimento si è scelto il silipol nei toni chiari. Frette è il primo negozio di arredamento ad utilizzalo. Materiale rivoluzionario - combinazione quasi magica di polveri di marmo, granito e cemento - fu scelto negli anni Sessanta dell’architetto Franco Albini per le stazioni della linea 1 della metropolitana milanese.
Un legame forte, quello con la città di Milano, scelta nel lontano 1877 come sede della prima boutique del brand in Italia, dove ancora oggi in un’atmosfera rinnovata e contemporanea, i clienti possono trovare le collezioni di biancheria da letto e da bagno, gli accessori e la linea da camera.

Frette_Negozio via Manzoni (4)

Nel nuovo negozio sarà inoltre presente anche l’esclusiva area Bespoke per creare prodotti su misura. Frette annovera 12 flagship stores esclusivi in Europa e Stati Uniti- oltre a più di 100.

Nessun commento:

Posta un commento