Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

mercoledì 5 luglio 2017

FABRIZIO VITI - COLLEZIONE CRUISE 2018

FABRIZIOVITI_CR18_1

Per la Cruise 2018, Fabrizio Viti ci accompagna in un tour attraverso i codici estetici e culturali della femminilità. All'interno di questa collezione sono rappresentate calzature femminili di tutto il mondo: la leggenda della disco Donna Summer si avvicina alla scrittrice femminista Gloria Steinem; il sexy e l’intellettuale; uscire è altrettanto importante come parlare; e tacchi svettanti dalla stampa leopardo affiancati da flat con maxi fibbie.

FABRIZIOVITI_CR18_19

Come per tutte le collezioni personali e profonde di Viti, il punto di partenza per la Cruise 2018 è stato uno snapshot femminile parte della sua vita, cresciuto nella piccola città toscana di Carrara. Una delle sorelle più grandi del designer amava la musica disco, i tacchi e il make-up; l’altra preferiva i pantaloni a zampa, gli zoccoli e la musica di protesta. O come Fabrizio racconta: "Una voleva un ragazzo; l'altra sconvolgimenti politici". Crescendo in una famiglia con una forte presenza femminile – e "una camera da letto condivisa tappezzata con Donna Summer, Che Guevera e la Vergine Maria" - ha portato Viti a esplorare le espressioni diverse e complesse della femminilità che sono ora il tessuto della vita moderna delle donne.

FABRIZIOVITI_CR18_33

La collezione intitolata "Back in Love Again", dopo la traccia di Donna Summer dallo stesso nome, evoca la gioiosa fuga in discoteca, contrapposta alle tensioni politiche dell’Italia anni '70 - una giustapposizione, oggi così rilevante. I temi all’interno della collezione, Summer Fever and Looking For..., introducono i tacchi super-femminili e super-sexy alla gamma di creazioni di Fabrizio Viti. I sandali con tacco a righe sono presentati in pelle metallica blu a due toni, mentre le décolleté con tacco a spillo sono realizzate in tessuto stampa leopardo, un richiamo al famoso vestito in pelle di leopardo che Donna Summer ha indossato quando ha cantato il suo classico “Hot Stuff” del 1979.

FABRIZIOVITI_CR18_23

Entrambi i gruppi Wrong Buckle and Democratic Wrong Buckle sottolineano un nuovo particolare di design - una fibbia oversize avvolta intorno ad un cinturino. I sandali flat da barca combinano il color-block in bianco e nero con le tonalità rosa sorbetto; mentre gli slingback D'Orsay, dalla punta e dal tallone coperto, sono caratterizzati dai lati aperti con nastri accentuati da fibbie distintive. Il gruppo Far From Sexy combina comfort e nuove nozioni di sexy, ponendo sandali aperti dalla linea raffinata con fiocchi delicati sull’iconico maxi tacco di Fabrizio Viti, realizzato in gomma ultra-moderna. Il gruppo Mlle Deneuve si ispira alla femminilità classica borghese, ai suoi flat in nappa, agli stivaletti e ai tacchi dall’altezza media adornati da fiocchi in gomma nera regalando un tocco contemporaneo alle nuance del lilla, del beige e dei toni rosa vivaci.

FABRIZIOVITI_CR18_13

Il gruppo finale, intitolato Sdeeng!, riprende il maxi tacco nero di Fabrizio Viti e lo trasforma in una nuova forma, scultorea e estremamente curvilinea. Il giallo e il rosa pastello di questi sandali, dal tacco di altezza media e alta, sono contrapposti a diverse fasce elastiche nere, creando un effetto fetish. Questo contrasto di colori grafici e tenui, sexy e forti, audaci e stravaganti, prosegue ulteriormente con il modello boot-length che esprime nella stessa misura femminilità, spensieratezza e modo di essere - un esempio appropriato di come una singola collezione riesca a rivelare tante diverse sfaccettature di ciò che significa essere una donna oggi.
Perché nel mondo meraviglioso di Fabrizio Viti, sì, puoi avere tutto!

FABRIZIOVITI_CR18_1FABRIZIOVITI_CR18_1aFABRIZIOVITI_CR18_2FABRIZIOVITI_CR18_2aFABRIZIOVITI_CR18_3FABRIZIOVITI_CR18_3aFABRIZIOVITI_CR18_4FABRIZIOVITI_CR18_4aFABRIZIOVITI_CR18_5FABRIZIOVITI_CR18_5aFABRIZIOVITI_CR18_6FABRIZIOVITI_CR18_6aFABRIZIOVITI_CR18_7FABRIZIOVITI_CR18_7aFABRIZIOVITI_CR18_8FABRIZIOVITI_CR18_8aFABRIZIOVITI_CR18_8bFABRIZIOVITI_CR18_9FABRIZIOVITI_CR18_9aFABRIZIOVITI_CR18_10FABRIZIOVITI_CR18_10aFABRIZIOVITI_CR18_11FABRIZIOVITI_CR18_11aFABRIZIOVITI_CR18_12FABRIZIOVITI_CR18_12aFABRIZIOVITI_CR18_13FABRIZIOVITI_CR18_13aFABRIZIOVITI_CR18_14FABRIZIOVITI_CR18_14aFABRIZIOVITI_CR18_15FABRIZIOVITI_CR18_15aFABRIZIOVITI_CR18_16FABRIZIOVITI_CR18_16aFABRIZIOVITI_CR18_17FABRIZIOVITI_CR18_17aFABRIZIOVITI_CR18_18FABRIZIOVITI_CR18_18aFABRIZIOVITI_CR18_19FABRIZIOVITI_CR18_19aFABRIZIOVITI_CR18_20FABRIZIOVITI_CR18_20aFABRIZIOVITI_CR18_21FABRIZIOVITI_CR18_21aFABRIZIOVITI_CR18_22FABRIZIOVITI_CR18_22aFABRIZIOVITI_CR18_23FABRIZIOVITI_CR18_23aFABRIZIOVITI_CR18_24FABRIZIOVITI_CR18_24aFABRIZIOVITI_CR18_25FABRIZIOVITI_CR18_25aFABRIZIOVITI_CR18_26FABRIZIOVITI_CR18_26aFABRIZIOVITI_CR18_27FABRIZIOVITI_CR18_27aFABRIZIOVITI_CR18_28FABRIZIOVITI_CR18_28aFABRIZIOVITI_CR18_29FABRIZIOVITI_CR18_29aFABRIZIOVITI_CR18_30FABRIZIOVITI_CR18_30aFABRIZIOVITI_CR18_31FABRIZIOVITI_CR18_31aFABRIZIOVITI_CR18_32FABRIZIOVITI_CR18_32aFABRIZIOVITI_CR18_33FABRIZIOVITI_CR18_33aFABRIZIOVITI_CR18_34FABRIZIOVITI_CR18_34aFABRIZIOVITI_CR18_35FABRIZIOVITI_CR18_35aFABRIZIOVITI_CR18_36FABRIZIOVITI_CR18_36aFABRIZIOVITI_CR18_37FABRIZIOVITI_CR18_37a

Nessun commento:

Posta un commento